Windows 10 è costituito da molte nuove funzionalità del prompt dei comandi che Windows 7 o Windows 8 non hanno. Queste nuove funzionalità includono la selezione a capo automatico (copia le righe nel “Prompt dei comandi” e incollale nel Blocco note), il ridimensionamento della finestra “Prompt dei comandi”, la trasparenza nella finestra “Prompt dei comandi” con il aiutare il “cursore di opacità” (l’intervallo di trasparenza può essere impostato tra il 30% e il 100%), abilitare le scorciatoie da tastiera Ctrl (cioè Ctrl + A, Ctrl + C e Ctrl + V).

Nelle precedenti anteprime tecniche per Windows 10, Microsoft ha disabilitato queste funzionalità citando problemi di compatibilità. Dopo il rilascio di Windows 10, era accessibile a tutti gli utenti. Poiché molti di noi non hanno familiarità con queste nuove funzionalità, attenersi a quella vecchia non è una cattiva idea. Windows 10 consente anche opzioni per l’utilizzo di “Console legacy”, che segue il modo tradizionale di inserire i comandi del prompt dei comandi utilizzati in Windows 8 e versioni precedenti. Tutte le nuove funzionalità del “Prompt dei comandi” sono disabilitate quando è abilitata la “Console legacy”.

In parole semplici, utilizzare la funzione “Console legacy” in Windows 10 è come utilizzare il prompt dei comandi in Windows Vista, Windows 7 o Windows 8.

Per abilitare la console legacy al prompt dei comandi, prova i seguenti passaggi: –

Passo 1:

Inserisci “cmd” nella barra di ricerca e premi il tasto Invio. Questo aprirà la finestra “Prompt dei comandi”.

cmd-search

Passo 2:

Fare clic con il tasto destro sulla barra del titolo e fare clic su “Proprietà”.

Consenti cmd console legacy

Passaggio 3:

Nella scheda delle opzioni, seleziona la casella di controllo “Usa console legacy (richiede riavvio)” e fai clic su “OK”.

Usa la modalità legacy

Dopo questo passaggio, la selezione del testo, ovvero “Abilita selezione a capo automatico” e “Tasti di selezione testo estesi”, verrà disabilitata.